Ci affidiamo a cookies per capire meglio l'utilizzo del sito da parte dei nostri clienti.
We believe we have an online store closer to you. Would you instead like to visit: us Trionic USA

11 feb 2018

Cambiando milioni di vite in tutto il mondo

Un prodotto innovativo può cambiare milioni di vite, e il Trionic Veloped sta facendo proprio questo. Aprendo possibilità in tutto il mondo, il Veloped è conosciuto come l’unico deambulatore fuoristrada presente sul mercato.

Dalle nevi svedesi alle spiagge australiane, dalle montagne alle piste da trekking, il Veloped Trionic sta facilitando la vita all'aria aperta alle persone di tutte le età che in passato hanno lottato con diverse disabilità. Progettato e sviluppato in Svezia, il Veloped ha migliorato la salute e la felicità di Jill Groves, 37 anni, residente in Pennsylvania.

Articolo originale tratto da Real Travel Adventures scritto da

“È incredibile l'impatto che il Trionic Veloped ha avuto sulla mia vita in così poco tempo,” afferma la Groves, che ha iniziato ad usare il deambulatore nell'agosto del 2017, quando lei e suo marito hanno intrapreso un viaggio attraverso il Paese, durante il periodo dell'eclissi. "Sono stata disabile per circa 10 anni, con diversi livelli di funzionamento che influiscono principalmente sulla mia resistenza e sulla mia capacità di camminare. Ho acquistato molti dispositivi in questi anni, il mio obiettivo è sempre stato quello di trovare la migliore opzione per permettermi di rimanere attiva." Jill Groves ha acquistato moltissimi prodotti per la deambulazione che comprendono: bastoni, stampelle, un deambulatore a tre ruote e una sedia a rotelle. Per percorrere brevi distanze, Jill utilizza i bastoni, per i tratti più lunghi invece utilizza un deambulatore. Nel 2017, la Groves ha iniziato uno stile di vita più attivo e avventuroso, con il sostegno della famiglia e gli amici. Ha partecipato a circa 5000 eventi di beneficenza con il deambulatore, il che è risultato utile ma allo stesso tempo anche di ostacolo. "Quando si utilizza il deambulatore non adatto a percorsi fuoristrada, viene costantemente intrappolato e spinto in avanti su erba, pietre, bastoni e protuberanze", ricorda Jill.

"È incredibile l'impatto che il Trionic Veloped ha avuto sulla mia vita in un tempo così breve"

Se Jill non avesse indossato sempre i guanti, l'attrito del deambulatore avrebbe causato irritazione e vesciche sui palmi delle sue mani. A causa di questi inconvenienti, la Groves ha iniziato a cercare su internet un deambulatore semplice da usare, che potesse funzionare meglio fuoristrada. Jill era a conoscenza che aumentare le dimensioni degli pneumatici sarebbe stato un fattore principale, e il suo obiettivo era trovare un ausilio per la deambulazione che potesse essere d'aiuto nelle future 5000 passeggiate e nella sua prossima vacanza campestre. Trovare www.trionic.us nel corso delle sue ricerche, ha cambiato la vita di Jill. Il Veloped della Trionic era perfetto per le sue esigenze.

"Non vedevo l'ora di riceverlo per provarlo," afferma Jill. Il giorno in cui è arrivato il pacco, che aveva dimensioni industriali, con due maniglie rinforzate in plastica (che rendevano più semplice la vita dell’addetto alla consegna), ho provato un emozione entusiasmante. “Le istruzioni di montaggio sono molto facili da seguire" continua Jill. "Fondamentalmente era necessario solo posizionare le ruote e regolare l'altezza del manico."

Gli pneumatici del Veloped si sganciano facilmente con la semplice pressione di un pulsante, rendendo il deambulatore semplice da trasportare e le maniglie sono dotate di tacche numerate per salvare le impostazioni preferite. Per Jill Groves è stato amore “a primo passo” in quel giorno d'estate.

"Ho provato il deambulatore in cortile. Ho potuto camminare facilmente sull'erba, sopra le radici degli alberi e le pietre del selciato. L'ho persino testato facendolo rotolare sopra il focolare in pietra che era ricoperto di piccoli tronchi e bastoncini. Il deambulatore non si è fermato ed io me ne sono completamente innamorata." Una settimana dopo l'arrivo deambulatore, Jill lo ha utilizzato per i successivi 5 kilometri.

"Ho camminato più rapidamente di quanto avessi fatto con tutti gli altri deambulatori," ha detto Jill. "Sono stata in grado di camminare senza inciampare o rimanere impigliata in qualcosa, inclusi cordoli, pietre e tombini, tutti fattori che avrebbero impedito il funzionamento di un normale deambulatore. I sedili scorrevoli consentono di avere lo spazio necessario per poter spostarsi all'interno del deambulatore ottenendo quindi un miglior supporto, il che dà la possibilità di fare passi più grandi senza colpire il deambulatore con i piedi o stinchi. Il cesto è molto grande, e può contenere bottiglie d’acqua o altri oggetti senza aver paura che cadano per terra. Dispone anche di una cover per proteggere gli oggetti all’interno del cesto dalla pioggia". Il Veloped ha attirato molta attenzione quel giorno, molte persone mi hanno chiesto se effettivamente questo deambulatore può essere d’aiuto nei tratti fuoristrada.

“Poiché non assomiglia a un normale deambulatore, mi sono sentita meno disabile e più potente.” ha detto Jill. "Per la prima volta dopo molti anni, sono riuscita a stare al passo con persone non disabili. . . e durante una gara! " Poi è arrivata l’escursione in campagna con suo marito Derrick. I Groves viaggiavano in un’auto piccola, ma trasportare il Veloped non è stato un problema. Hanno attaccato il deambulatore ad un portabici sul retro del veicolo. La prima tappa era un campeggio nel Missouri, dove i Groves avrebbero visto l'eclissi.

“Poiché non assomiglia a un normale deambulatore, mi sono sentita meno disabile e più potente”

"Sono stata in grado di camminare per tutto il campeggio, e ho usato il Veloped anche per trasportare il bucato da lavare", ha riferito Jill. “La proprietaria del campeggio utilizzava un deambulatore, ma appena ha visto il mio Veloped e ne è rimasta colpita positivamente. L'ha usato per visitare personalmente ogni accampamento.” Dopo l'eclissi totale di sole, i Groves proseguirono verso l'Arkansas, dove avrebbero visitato una miniera di gemme. In quel momento Jill ha pensato a un soprannome da dare al Veloped, lo ha chiamato “Jasper": il nome della gemma che i Groves avevano recuperato durante la visita alla miniera.

"Erano ettari di campi coltivati con alcuni percorsi di ghiaia. L'unica cosa che ha bloccato il Veloped sono stati dei solchi profondi presenti nel terreno. Sono stata in grado di aggirare tutto il resto, comprese le zone fangose dove gli altri non volevano andare. Sono stata anche in grado di camminare per la città dove siamo stati a visitare negozi e ristoranti. Non tutte le zone avevano il marciapiede, ma sono stata in grado di andare avanti come se ci fosse". Può sembrare magico,...ed infatti lo è.
"Salire sulla cima del Monte Mitchell era la nostra meta successiva," ha detto Jill. “Il Veloped mi ha aiutato a camminare fino al punto di osservazione più alto". Jill ora guarda verso le future avventure che senza il Veloped sarebbero state inaccessibili. La destinazione finale del viaggio dei Groves è stata la Carolina del Nord, dove hanno visitato diverse spiagge lungo la costa..

                               

"Salire sulla cima del Monte Mitchell era la nostra destinazione successiva," ha detto Jill. “Il Veloped mi ha aiutato a camminare fino all'area di osservazione del picco". Jill ora guarda verso le future avventure che senza il Veloped risultavano inaccessibili. La destinazione finale del viaggio dei Groves è stata la Carolina del Nord, dove hanno visitato diverse spiagge lungo la costa..
“Poiché non assomiglia a un normale deambulatore, mi sono sentita meno disabile e più potente”

"Avevo paura e ho anche pensato che forse il Veloped avesse terminato il suo percorso, e che avrei dovuto lottare contro l’incapacità di camminare sulla sabbia asciutta, fino a toccare l’acqua", ricorda Jill. "Ma mi sbagliavo! Ho camminato dritta sulla spiaggia e anche verso l'acqua senza incontrare difficoltà o perdere l’equilibrio. Sono passati circa dieci anni da quando l’ho fatto l’ultima volta! Sono stata in grado di fare una passeggiata romantica lungo la spiaggia al tramonto con mio marito. Siamo stati così bene; avrei voluto che la serata non finisse mai.” Il viaggio di Jill è stato un sogno fantastico, ha detto, ed era entusiasta di poter partecipare ad attività che sarebbero state impossibili senza il Veloped Trionic.

E ora, il futuro sembra roseo per Jill Groves, con Jasper nella sua vita.

"Il Veloped ha migliorato la mia vita e la fiducia in me stessa, mi ha spinta a fare sempre di più e mi aiuterà in molte altre nuove avventure in futuro" ha detto Jill.

L'azienda Trionic, fondata da alcuni giovani in Svezia, sta cambiando e migliorando delle vite in tutto il mondo. La disabilità si è trasformata in capacità e l'impossibile è diventato possibile.

Questo articolo è stato pubblicato per la prima volta in Real Travel Adventures si prega di visitare il sito per altre storie di viaggiatori.